Differenza tra varie tipologia di lenti progressive

foto-lenti-progr
Il mercato delle lenti oftalmiche offre attualmente una grande varietà di lenti progressive; questa abbondanza di prodotti però rischia di non rendere particolarmente agevole la scelta per il cliente finale. Le lenti si differenziano tra loro per le caratteristiche, ma inevitabilmente anche per la fascia di prezzo che le contraddistingue.

Le caratteristiche a cui ci riferiamo riguardano principalmente l’ampiezza delle zone di visione; una lente multifocale o progressiva presenta 3 zone di visione: lontano, intermedio e vicino. La vera differenza tra una lente e l’altra non riguarda tanto la zona per lontano, generalmente abbastanza grande in tutte le lenti, quanto invece il canale dell’intermedio e la zona per vicino. E’ questo l’aspetto che diversifica i vari tipi di lente progressiva, poiché anche le eventuali difficoltà di adattamento riferite dagli utilizzatori riguardano queste distanze. Una lente multifocale di qualità deve avere un ampio canale intermedio che porti la progressione del potere alla zona per vicino nel modo più “dolce” possibile. Questo aspetto è fondamentale in quanto chi sceglie di adottare la lente progressiva ha la necessità di avere un unico occhiale che possa soddisfare le proprie esigenze a tutte le distanze di utilizzo. Il nostro consiglio è quello di indirizzare la scelta su una lente con parametri personalizzati, nella quale per esempio può essere variata la lunghezza del canale intermedio in base alle esigenze di utilizzo, alle caratteristiche visive, alla calzata dell’occhiale sul proprio viso, alla postura assunta abitualmente. Questi sono parametri strettamente individuali che in una lente standard, naturalmente più economica, non possono essere modificati, essendo prestabiliti ed uguali per tutte le lenti di questa tipologia.

Anche i trattamenti antiriflesso presentano differenze sostanziali tra una lente personalizzata ed una lente standard. Oggi in commercio esistono addirittura trattamenti specifici per l’utilizzo principale della lente; per esempio antiriflesso specifico per l’uso durante la guida, riduce l’abbagliamento e il disagio percepito nella guida notturna (questa è una lente Zeiss), oppure contro la luce blu emessa da dispositivi digitali e pc, la quale provoca affaticamento visivo soprattutto per coloro i quali passano la loro giornata lavorativa davanti ad un computer.

In conclusione, suggeriamo di rivolgervi ad un ottico optometrista professionista ma soprattutto professionale che sappia individuare la vostra reale esigenza fornendo le lenti più performanti per le diverse situazioni visive che vivete nell’arco della giornata. Diffidare di promozioni o addirittura di lenti “regalate”, che poi regalate non possono essere. Spesso dietro ed un millantato risparmio economico si nascondono però difficoltà di adattamento non sempre superate o superate con tanta fatica dal cliente finale.